Il Giappone ed il fumo

Il Comitato Internazionale Olimpico ha dichiarato che le prossime olimpiadi di Tokyo nel 2020 saranno smoke-free.

In tutti i luoghi interessati ai Giochi, compresi gli spazi perimetrali ed il villaggio degli atleti, sarà vietato fumare anche le sigarette elettroniche. Il governo municipale di Tokyo ha approvato nuove norme anti-fumo; dall’aprile 2020 sarà vietato fumare negli spazi aperti di scuole e università come pure nei ristoranti, salvo negli spazi appositamente dedicati ai fumatori.

Soprattutto, quel che preoccupa è il fumo passivo cui potrebbero essere esposte le centinaia di migliaia di spettatori che assisteranno ai giochi.

Queste misure tentano di invertire le ultime tendenze che hanno fatto del Giappone uno dei maggiori mercati asiatici dell’industria del tabacco. Il numero dei fumatori giapponesi è cresciuto negli anni ed oggi conta circa 30 milioni di fumatori, il 20% della popolazione.

Il sito TobaccoEndgame.it si è occupato della questione riprendendo un articolo pubblicato su un blog del British Medical Journal da Shuhei Nomura e Haruka Sakamoto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *