Big Tobacco sconfitta in Australia

Leggilo su Avvenire.it

Il diritto di un governo di proteggere la salute dei cittadini va oltre le regole del libero scambio. Con una decisione che segna un precedente importante nel rapporto tra le norme che regolano gli scambi internazionali e le leggi nazionali, la corte della Wto, l’organizzazione mondiale del commercio, ha dato ragione all’Australia contro i ricorsi intentati da Honduras, Repubblica Domenicana, Cuba e Indonesia.

Questi paesi, con il sostegno implicito delle grandi compagnie del tabacco, contestavano la legittimità della norma sui pacchetti di sigarette anonimi introdotta dall’Australia nel 2010. La legge costringe le aziende del tabacco a ricoprire il 75% della superficie delle confezioni dei loro prodotti (quota che sale al 90% per i pacchetti di sigarette) con avvertimenti sugli effetti del fumo, usando immagini scioccanti come quelle utilizzate anche in Italia e in altri Paesi europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *